English

lunedì 3 agosto 2020

Messiniano: la crisi di salinità del Mar Mediterraneo




Il gruppo di ricerca di Analisi di Bacino diretto dal Prof. Andrea Di Giulio ha partecipato, insieme ad Angelo Camerlenghi (OGS di Trieste) e Vanni Aloisi (Institut de Physique du Globe di Parigi) al video divulgativo legato al progetto MEDSALT.


Si tratta di un progetto internazionale con una rete di piú di cento ricercatori, che ha come fine quello di comprendere la complessa storia del Mediterraneo durante la “Crisi di Salinità del Messiniano”, tra 5-6 milioni di anni fa.


L’Associazione Proteus, leader nella didattica e comunicazione scientifica nonché grande sostenitrice del turismo sostenibile, ha prodotto un video sulla genesi del Lago di Como, svelando le connessioni tra i grandi laghi del Sud Alpino, la Crisi di Salinità ed il sale (halite) che si trova anche a km di profondità nel Mediterraneo ma che è stato fondamentale per l’uomo sin dall’antichità.

Partecipano come consulenti scientifici Angelo Camerlenghi, principale investigatore del progetto, Vanni Aloisi e Chiara Amadori post-doc presso il nostro dipartimento e collaboratrice del Prof. Di Giulio.

Si ringraziano gli organizzatori e responsabili dell’associazione: Filippo Camerlenghi e Paola Iotti nonché Luca Mariani per la regia ed il montaggio.



Scopri di più di questo importante progetto al link: https://medsalt.eu/the-project/ 





sabato 1 agosto 2020

Marie Tharp: l'oceanografa che scoprì la dorsale medio-atlantica

In questi giorni Marie Tharp avrebbe compiuto 100 anni. Il Lamont-Doherty Earth Observatory, l’istituto in cui ha lavorato facendo la storia dell’Oceanografia, la sta celebrando con una serie di iniziative.


 

Fin da giovane, Marie Tharp era curiosa del mondo e dei processi naturali che lo governano. Amava spingersi oltre i limiti di ciò che le ragazze e le donne avrebbero dovuto, fare ed essere all’epoca in cui visse. A metà del XX secolo, infatti, poche erano le donne di Scienza ma la tenacia di Marie le fece trovare lavoro in un laboratorio di New York. Tuttavia, per approfondire lo studio degli Oceani dei quali era molto appassionata doveva superare un altro grande ostacolo: le donne non erano ammesse sulle navi da ricerca. Non potendo raccogliere direttamente i dati sui fondali, Marie si tuffò a fondo nei dati registrati dai suoi colleghi. Tracciando un punto dopo l'altro fu in grado di rivelare la presenza di una profonda spaccatura nel fondo dell'oceano Atlantico. All'inizio la comunità scientifica si rifiutò di crederle, ma le sue prove erano inconfutabili, dimostrò al mondo che la sua ricerca era corretta e mappò per la prima volta la dorsale medio-Atlantica. Una donna, in un angusto ufficio, fu in grado, solo attraverso i dati raccolti dai colleghi ammessi a bordo delle navi da esplorazione oceanografica, di scoprire la caratteristica geografica più grande del pianeta e di mapparla. 


Oggi l’istituto per cui ha lavorato ha per la prima volta nella sua storia un direttore donna la straordinaria scienziata Maureen Raymo, geologa marina e scienziata del Clima.

 

Se vuoi saperne di più di questa scienziata, leggi il libro a lei dedicato “Ocean Speaks” di Jess Keating, illustrato da Katie Hickey


martedì 14 luglio 2020

Geologia a Pavia



In queste settimane è possibile scoprire la città di Pavia, il suo ateneo e dove studiare Geologia.


Una laurea professionalizzante, in un ambiente familiare e con molte opportunità sia di studiare in Italia che di affrontare periodi di formazione all'estero.


Se vuoi saperne di più, naviga nel nostro blog o nel nostro sito del corso di laurea.
La presidentessa di Scienze Geologiche ti aspetta il 23 luglio alle ore 10.

giovedì 9 luglio 2020

Venerdì 10 Luglio: Studiare Geologia a Pavia


La Professoressa Miriam Cobianchi incontra gli studenti per rispondere alle loro curiosità su come si studia la Geologia a Pavia.



L'appuntamento è via meet, il link alla pagina di Conversazioni sul tuo Futuro.

Per saperne di più: https://www.youtube.com/channel/UC4AkhqHBfg5ziS6vNfrq3_A/search?query=geologia 

lunedì 6 luglio 2020

Martedì 7 luglio parliamo di Geologia Applicata


7 luglio ore 10: La Geologia Applicata in un mondo che cambia 
Massimiliano Bordoni, ricercatore in Geologia Applicata



mercoledì 1 luglio 2020


Da venerdì 3 sino a giovedì 23 luglio sarà possibile incontrare i docenti del Dipartimento di Scienze Tella terra e dell'Ambiente per parlare dello studio della Geologia e delle tante opportunità che offre.

Gli incontri, brevi, avranno carattere informale e si configurano come un'occasione per fare domande generali sulla disciplina o specifiche sullo studio a Pavia.

I nostri appuntamenti:
- 3 luglio ore 10: Le rocce raccontano la storia del clima terrestre - Claudia Lupi ricercatrice in Paleoclimatologia
- 7 luglio ore 10: La Geologia Applicata in un mondo che cambia - Massimiliano Bordoni, ricercatore in Geologia Applicata
- 10 luglio ore 10: Studiare Geologia a Pavia in aula e sul campo - Miriam Cobianchi, Presidente Corso di Laurea
- 15 luglio dalle ore 9:30 Porte Aperte Virtuali
- 21 luglio ore 11: I terremoti, il geologo risponde - Giovanni Toscani, professore in Geologia Strutturale
- 23 luglio ore 10: Studiare Geologia a Pavia in aula e sul campo - Miriam Cobianchi, Presidente del Corso di Laurea



Il primo incontro avverrà venerdì 3 luglio alle ore 10. 
Claudia Lupi, paleoclimatologa del dipartimento, risponderà alle curiosità sulla Storia Climatica del Pianeta e su quali informazioni si possono ottenere dallo studio del record geologico.


Per accedere al webinar seguire i link alla pagina https://web.unipv.it/conversazioni-futuro/ 

mercoledì 17 giugno 2020

Festival del Turismo Responsabile: Geologia e Sport

Dialogo tra Geologia e attività Sportive all'aperto

Mercoledì 17 giugno ore 17
diretta sulla pagina FB di Itaca - Festival del Turismo Responsabile

La conoscenza della storia geologica di un territorio apre nuove prospettive anche per chi fa sport. L'Anfiteatro Morenico di Ivrea è un luogo straordinario, unico, per studiare le grandi glaciazioni quaternarie in un continuo di cordoni morenici, colline, laghetti che raccontano l'espansione dei ghiacci alpini sino in pianura.
Una corsa di 120 km sulle creste di questo anfiteatro sono l'occasione per conoscere a fondo le bellezze di questi luoghi.

Ne parlano 
Franco Gianotti, Geologo dell'Università di Torino, 
Stefano Roletti, ideatore dell'Alta Via Morenica e di Morenic Trail, 
modera Claudia Lupi, geologa dell'Università di Pavia.